Massima attenzione della Direzione dell’Azienda Ospedaliera Santa Maria di Terni per l’efficacia sia dei servizi dedicati ai pazienti No Covid, sia per quelli dedicati ai casi di positività.

Nelle ultime ore l’ospedale Santa Maria sta accogliendo un numero crescente di pazienti No Covid. Per questo motivo, la Direzione sta portando avanti una riorganizzazione dei posti letto: in particolare, nelle prossime ore, verrà ripristinata un’ulteriore area di degenza dedicata ai pazienti No Covid. Il tutto dopo che già nelle ultime settimane un’area di degenza medica al secondo piano è stata ripristinata con lo stesso obiettivo. Inoltre, è già previsto che ai primi giorni di febbraio verrà aperta una ulteriore area, sempre dedicata ai pazienti No Covid.

Nella tarda serata di mercoledì un paziente ricoverato nel reparto di Terapia Intensiva, nei posti letto della ‘Recovery Room’ del primo piano, è risultato positivo. Subito sono scattate tutte le procedure previste: il paziente è stato trasferito nel reparto Terapia Intensiva Covid e, al contempo, sono scattate tutte le procedure per gli operatori sanitari e gli altri pazienti. Inoltre, pur considerando minimo il rischio contagio in virtù delle procedure di sicurezza garantite normalmente e costantemente per tutte le operazioni interne all’ospedale, si è proceduto alla sanificazione non solo dell’area della Recovery Room ma anche di tutte le sale operatorie della Piastra Operatoria al primo piano. Le operazioni, grazie alla professionalità e all’attenzione di tutto il personale, hanno permesso questa mattina la ripresa delle attività ospedaliere in tutta sicurezza, anche grazie alle procedure predisposte, garantendo ai pazienti il rispetto delle attività programmate.