E’ stato arrestato ieri dalla Polizia di Stato – in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, su richiesta Procura della Repubblica di Terni – un cittadino dell’Arzebaijan di 39 anni.

L’uomo, disoccupato, irregolare in Italia, era già stato espulso da Terni con l’ordine del Questore a lasciare il Territorio Nazionale, ma non aveva mai ottemperato alla misura; a suo carico, anche diverse segnalazioni all’Autorità Giudiziaria in materia di stupefacenti.

L’indagine della IV° Sezione Antidroga della Squadra Mobile prende l’avvio a seguito del decesso di un 45enne italiano per presunta overdose, avvenuto lo scorso 28 dicembre a Terni.

L’attività, coordinata dalla Procura ternana, ha permesso di accertare che l’azero fosse il fornitore dello stupefacente della persona deceduta e che fosse attivissimo nello spaccio di droga, in particolare di eroina, nei confronti di acquirenti provenienti anche dalle province limitrofe, soprattutto da Rieti, clienti con i quali era riuscito ad instaurare un rapporto che andava oltre il semplice scambio “commerciale”, in quanto è emerso che per Natale aveva inviato SMS personalizzati di auguri ad ognuno di loro.

Ieri, è stato rintracciato nella sua abitazione e portato in carcere.