Somministrate al personale sanitario dell’Usl Umbria 2, presidio ospedaliero di Foligno e area nord dell’azienda sanitaria, le prime 40 dosi del vaccino anti Covid Moderna consegnato nei giorni scorsi alla farmacia ospedaliera del “San Giovanni Battista”. L’attività è stata condotta dal team dell’ospedale di Foligno.

Analogamente al vaccino sviluppato Pfizer BioNTech, quello di Moderna – spiega l’Usl 2 – si basa su tecnologia a Rna messaggero ossia introduce nelle cellule l’informazione genetica che serve alle stesse per costruire copie della proteina spike.

La somministrazione, rivolta ai maggiorenni, prevede due dosi da iniettare a distanza di 28 giorni l’una dall’altra.

Tra i primi a ricevere il vaccino il dottor Pietro Albanesi, medico di medicina generale del distretto di Foligno dell’Usl Umbria 2.

“Da questa mattina quindi – spiega il direttore generale dell’Usl Umbria 2 Massimo De Fino – è a disposizione un’altra arma, potente, sicura ed efficace per eliminare definitivamente il virus e che potrà sicuramente incidere da subito sulla salute dei soggetti più esposti e a rischio”.