Intorno alle 01.00 della notte tra lunedi e martedi, i Carabinieri di Terni hanno proceduto all’arresto, in flagranza di reato di “atti persecutori”, a carico di una donna ternana di 50 anni. La donna fortemente agitata ed ubriaca, si è recata presso l’abitazione dell’ex marito, entrando nel giardino di casa  con un cane. Ai carabinieri giunti sul posto ha riferito che  voleva vedere i figli. Sentito l’ex marito, che
aveva contattato il  112, l’uomo riferiva che era stato costretto a far intervenire i Carabinieri perché la sua ex, dopo aver suonato insistentemente il citofono, iniziava ad inveire contro di lui e ad offenderlo fino a minacciarlo di morte, a queste scene di ordinaria folli hanno assistito anche i figli della coppia. La donna non è nuova a comportamenti del genere, per i quali è stata ripetutamente denunciata all’Autorità Giudiziaria. Il cane, un pastore tedesco, è stato affidato agli Operatori Veterinari della Azienda USL che se ne prenderanno cura fino a che la donna sarà ristretta presso il carcere di Perugia, dove è stata portata nel corso della notte.