E’ partita puntualmente al ventunesimo giorno dalla prima, anche presso l’ospedale di Perugia, la somministrazione della seconda dose del vaccino anti-Covid.

La prima a ricevere la seconda dose, è stata la professoressa Daniela Francisci, direttore della struttura complessa di Malattie invettive, e poi a seguire gli altri professionisti sanitari, compreso il primo team vaccinale diretto dalla dottoressa Tiziana Fiordi.

Il Santa Maria della Misericordia sottolinea che tutti i vaccinati sono “in ottime condizioni di salute e non si sono verificate reazioni avverse derivanti dalla somministrazione”.

“Grazie alla pianificazione regionale abbiamo conservato tra il 30 e il 40 per cento delle ultime dosi disponibili in modo da avere tutti i vaccini necessari al momento del bisogno e non allungare il periodo tra la prima somministrazione e il richiamo” ha sottolineato Simona Bianchi, direttore sanitario dell’Azienda ospedaliera di Perugia. “Oggi, dopo avere somministrato le seconde dosi – ha aggiunto -, abbiamo proseguito le vaccinazioni al personale sanitario e agli specializzandi contando in settimana di terminare i nostri dipendenti. Il bilancio è più che positivo circa 4.000 vaccinati nel nostro punto vaccinale a testimonianza del grande lavoro organizzativo svolto in sinergia con l’Assessorato alla Salute, con la Direzione regionale e con la Usl Umbria 1 con la quale collaboriamo per le vaccinazioni del loro personale afferente ai Distretti del Perugino, dell’Assisano e del Lago Trasimeno. Un sentito ringraziamento ai 6 team vaccinali che stanno lavorando ininterrottamente dallo scorso 31 dicembre in maniera ottimale e in perfetta sinergia”.