“Se non mi porti i soldi ti faccio bruciare la tua casa con te dentro”: è la minaccia che avrebbe rivolto ad un coetaneo concittadino un presunto spacciatore 25enne di Orvieto, arrestato dalla polizia con l’accusa di estorsione al termine di un’ indagine della squadra anticrimine del commissariato del posto.

L’uomo – in base agli accertamenti, dei quali riferisce la questura – ha ceduto al cliente della cocaina senza essere pagato e, per accentuare la pressione sul debitore, lo ha costretto a consegnargli il cellulare ed il portafoglio contenenti i documenti personali, dandogli appuntamento per il giorno successivo alla cessione della droga per lo scambio tra i soldi (500 euro) e gli oggetti personali.

Impaurito dall’atteggiamento e dalle parole minacciose dello spacciatore, il giovane ha chiesto aiuto alle forze dell’ordine. I poliziotti, con il coordinamento del pm della procura di Terni Matthias Viggiano, hanno organizzato un servizio di appostamento in una piazza di Orvieto scalo dove era previsto lo scambio. Non appena c’è stato il passaggio dei soldi, sono intervenuti ed hanno arrestato il 25enne.