E’ atteso per domani l’arrivo – in Umbria – di altre 7.020 dosi del vaccino anti Covid della Pfizer. La notizia è stata fornita dall’assessore regionale alla Sanità Luca Coletto, che ha anche spiegato come si stia andando speditamente avanti nel programma di somministrazione “perché – ha detto – in questo momento è fondamentale non perdere tempo dal momento che si è riusciti a mettere in atto un vero e proprio cambio di passo”.

In Umbria – come detto – sono state utilizzate poco meno del 91 per cento delle dosi finora consegnate. “Procediamo comunque ad accantonarne una parte – ha sottolineato Coletto – per essere in grado di fare fronte ad eventuali ritardi nelle consegne se ma ce fossero. Così da poter procedere comunque a inoculare la seconda dose a chi ha già ricevuto la prima e quindi non perderne gli effetti”.

Lo stesso Coletto, che si è detto molto soddisfatto per questo, ha poi spiegato come circa la metà dei 14 mila operatori sanitari e socio-sanitari umbri, compresi medici, pediatri di base e dentisti, siano stati già vaccinati per il Covid.

“Il vaccino – ha aggiunto l’assessore – va considerato a tutti gli effetti un farmaco salvavita. Per la sua somministrazione sono al lavoro 30 team vaccinali, 17 ospedalieri e 13 distrettuali itineranti sul territorio per portare le dosi agli anziani nelle strutture residenziali.

Riguardo al vaccino Moderna, Coletto ha assicurato che “arriverà anche in Umbria ma al momento non ci sono date fissate”.