In Umbria sono state somministrate praticamente la metà delle dosi di vaccino anti Covid fin qui consegnate. Sono infatti 4.919 su 9.835 secondo quanto riportato dal sito del Ministero della Salute aggiornato ad oggi.

Nel dettaglio le vaccinazioni hanno riguardato 2.937 donne e 1.982 uomini.

La stragrande maggioranza (4.623 somministrazioni) è andata ad operatori sanitari e socio sanitari. Le altre dosi ad ospiti di strutture residenziali (283) e 13 al personale non sanitario.

FARMACISTI E ODONTOIATRI ESCLUSI DAI VACCINI, PROTESTA LA LEGA UMBRIA

“Farmacisti e odontoiatri privati esclusi dal piano di vaccinazione contro il Covid del Governo. Occorre modificare subito le linee guida”: lo chiedono i parlamentari umbri della Lega, Virginio Caparvi, Riccardo Augusto Marchetti, Valeria Alessandrini, Luca Briziarelli, Barbara Saltamartini, Simone Pillon e Stefano Lucidi che annunciano la presentazione di un’interrogazione al Ministero della Salute.

“Tra le categorie che potranno accedere al piano nazionale di vaccinazione contro il Covid in via prioritaria figurano già operatori sanitari pubblici e privati accreditati – sottolineano i parlamentari leghisti in una nota – ma non i farmacisti e nemmeno i dentisti che operano in forma privata e non all’interno di ospedali. Una decisione che la Lega ritiene assurda e priva di logica. Come Lega presenteremo un’interrogazione al ministero della salute chiedendo di modificare le linee guida del piano di vaccinazione e ricomprendere sia i farmacisti che gli odontoiatri tra le categorie previste per la somministrazione del vaccino in via prioritaria”.