“Entro il 20 febbraio prossimo l’Umbria potrà disporre di 183 posti di terapia intensiva per affrontare una eventuale fase 3 della pandemia da Covid grazie anche a moduli prefabbricati all’interno dei quali ci saranno 44 postazioni, messi a disposizione dalla Struttura del commissario Domenico Arcuri”.

Lo ha annunciato stamane la presidente della Regione, Donatella Tesei, nel corso di una video conferenza stampa convocata per fare il punto della situazione ed illustrare il piano Covid. All’incontro hanno preso parte anche i vertici della sanità umbra e lo stesso Arcuri che ha parlato di “esempio di virtuosa collaborazione istituzionale”.

“Dobbiamo tutti aiutarci a spiegare alla nostra gente, all’opinione pubblica – ha aggiunto Domenico Arcuri – che usiamo tutti i vaccini che abbiamo. “Non siamo produttori – ha sottolineato il commissario per l’emergenza – ma tifiamo perché l’Autorità di certificazione europea approvi davvero presto non solo le due aziende che oggi ce lo stanno fornendo, ma anche le altre”.

Per la presidente Tesei l’Umbria “è una regione che ha saputo resistere al violento attacco della seconda ondata della pandemia Covid. E la chiave – ha aggiunto – è stata la capacità di risposta dimostrata”.

La governatrice ha poi spiegato che sono già 157 in questa fase i posti di terapia intensiva disponibili. I moduli della Struttura commissariale sorgeranno presso gli ospedali di Perugia, Terni, Foligno e Città di Castello. L’investimento previsto è di oltre 8 milioni di euro.