Continuano anche oggi senza sosta gli interventi dei vigili del fuoco di Terni per i danni causati dal maltempo. Numerosi – riferiscono dal comando provinciale – gli interventi nella notte ed in mattinata per alberi caduti a causa del peso della neve. Le zone più colpite la Valnerina e Piediluco. Qualche frana e piccoli crolli si sono registrati ieri sera anche in zona Otricoli e nell’amerino, senza gravi conseguenze.

Uno smottamento si è poi verificato a Terni, nei pressi dell’ospedale Santa Maria, dove stamani una porzione della scarpata del colle su cui poggia la struttura ospedaliera ha invaso la strada sottostante, temporaneamente chiusa al traffico.

Sopralluogo dei tecnici, intanto, nel pomeriggio a Terni, per valutare l’ entità e le conseguenze dello smottamento di terreno nel pendio immediatamente sottostante l’ ospedale Santa Maria, avvenuto nelle prime ore di questa mattina.

Lo stesso smottamento – riferisce una nota dell’ azienda ospedaliera – ha interessato un tratto di pendio molto limitato (circa 7/8 metri) rispetto all’ intervento di consolidamento che il Santa Maria aveva già effettuato in precedenza (circa 200 metri).

Si tratta di un fenomeno “molto circoscritto”, ma che ha coinvolto anche un palo dell’ illuminazione pubblica che ha bloccato la strada. Nella mattinata di domani inizieranno i lavori per lo sgombero della carreggiata, il rimontaggio dell’ illuminazione e la messa in sicurezza della parte soprastante lo smottamento di terra che ha coinvolto la strada.

A seguire saranno fatti tutti i rilievi per capire le cause di tale smottamento e definire gli interventi immediatamente necessari per il consolidamento.