Due quintali di fuochi pirotecnici sono stati sequestrati dalla guardia di finanza in un negozio di Città di Castello risultato privo delle autorizzazioni necessarie.

Le fiamme gialle hanno notato alcuni prodotti, dalle caratteristiche “non ordinarie”, esposti da un esercizio commerciale gestito da una donna di origine cinese.

I finanzieri si sono ulteriormente insospettiti vedendo il repentino affrettarsi di un addetto verso un magazzino. All’interno del locale – riferisce la guardia di finanza – erano custodite, senza le cautele previste dalla normativa di settore, “quantità elevate” di fuochi d’artificio.