Si amplia la possibilità di controllo e di sanzione da parte del personale di TerniReti che potrà verificare e – appunto – sanzionare i veicoli in sosta vietata, o comunque parcheggiati in violazione del codice della strada su tutte le aree in concessione a Terni Reti per i parcheggi a strisce blu.

“Questo significa una maggior capacità di prevenzione e di controllo – sottolinea l’assessore alla Polizia Locale Giovanna Scarcia – soprattutto nei confronti della cosiddetta sosta selvaggia e la possibilità dunque di migliorare il rispetto delle regole e la vivibilità di alcune zone della città”.

Con questi obiettivi il sindaco Leonardo Latini ha firmato un decreto per il conferimento a Terni Reti delle funzioni di prevenzione ed accertamento delle violazioni relative alla sosta nell’ambito delle aree oggetto dell’affidamento per la sosta a pagamento.

In precedenza gli ausiliari del traffico di TerniReti, formati a cura della Polizia Locale del Comune, potevano sanzionare i veicoli solo nel caso di sosta non consentita all’interno delle strisce blu, o comunque di mancato o insufficiente pagamento della tariffa.

D’ora in poi invece, sulla base del cosiddetto decreto semplificazioni, i dipendenti di TerniReti, nelle aree di loro competenza potranno sanzionare tutte le soste vietate, ovvero – ad esempio – i veicoli parcheggiati in doppia fila o sulle strisce pedonali.

“Le novità previste dalla normativa nazionale e contenute nel decreto del sindaco con l’impiego di altro personale in alcune aree della città per la verifica della sosta vietata – spiega l’assessore Giovanna Scarcia – ci consentono anche di organizzare in maniera più efficace le attività di controllo della Polizia Locale con una rimodulazione dei servizi per concentrarli nelle vie e aree più sensibili”.

“Più in generale – conclude l’assessore – sia attraverso l’impiego di pattuglie a piedi della Polizia Locale che con i nuovi strumenti digitali di controllo e con la collaborazione di Ternireti, possiamo pensare ad una nuova strategia complessiva, con controlli più puntuali. In definitiva credo che il rispetto delle regole della circolazione stradale convenga a tutti per rendere la città, i quartieri e il centro storico più vivibili e quindi più attrattivi”.