L’ennesima lite in famiglia nella serata di ieri ha fatto scattare la chiamata al 112 da parte dei familiari di una ragazza, madre di un bambino di pochi mesi. La donna ha richiesto l’intervento di una pattuglia perché il convivente della figlia, andato via da casa dopo un forte litigio nel pomeriggio, era ritornato intorno alle 23:00, minacciando la donna di morte. All’arrivo della pattuglia della Sezione Radiomobile l’uomo si è dato alla fuga nei campi circostanti per poi essere rintracciato intorno alle 02:00 sempre nei pressi dell’abitazione della donna. L’uomo, un 24enne incensurato, è stato denunciato per le minacce, che lo stesso aveva indirizzato alla fidanzata anche tramite messaggi telefonici, ed i Carabinieri hanno inoltre provveduto al ritiro cautelativo dei fucili da caccia che lo stesso deteneva presso l’abitazione dei suoi genitori. L’uomo è stato sanzionato amministrativamente per la violazione della normativa anti Covid in vigore.