L’Università degli Studi di Perugia si pone in prima linea contro la violenza di genere grazie all’apertura dello ‘Sportello antiviolenza’, che sarà attivo a partire da domani, 26 novembre. E’ nato dalla volontà di offrire uno spazio di ascolto e di relazione d’aiuto rivolto agli studenti, alle studentesse e a tutto il personale dell’Ateneo in difesa e tutela contro ogni forma di violenza o discriminazione nei confronti di donne e uomini.

Il progetto è stato presentato oggi, in occasione della Giornata contro la violenza sulle donne, nel corso di un incontro online, al quale hanno partecipato, tra gli altri, il rettore, Maurizio Oliviero, il delegato alle umane risorse, Mario Tosti e il questore di Perugia, Antonio Sbordone.

Lo ‘Sportello Antiviolenza Unipg’, di cui sono responsabili i professori Silvia Fornari (coordinatrice), Mirella Damiani ed Emidio Albertini, nasce grazie all’accordo fra l’Ateneo di Perugia e l’Associazione temporanea di scopo che gestirà lo sportello, costituita da ‘Libera… mente donna ets’, ‘Libertas Margot’, ‘Omphalos Lgbti’, ‘Donne Contro la Guerra’, ‘Accademia Pietro Vannucci’ e ‘Forum Donne Amelia’. Saranno proprio gli operatori e le operatrici delle associazioni a rispondere ogni giovedì, dalle 15 alle 18, tramite il numero di telefono 0755853990, a chi si rivolgerà allo sportello per chiedere aiuto e avere un sostegno.