Potenziare la risposta territoriale all’emergenza Covid-19, individuare precocemente i casi positivi e i relativi contatti stretti, attivando le conseguenti azioni di sanità pubblica con la ASL, fornire ai cittadini una risposta tempestiva e un’adeguata presa in carico, in caso di sospetta positività al Covid: sono questi gli obiettivi dell’accordo della Direzione Salute e Welfare della Regione Umbria con i medici di medicina generale.

Nel corso della conferenza stampa di aggiornamento settimanale sull’andamento della pandemia in Umbria, il direttore regionale alla Salute, Claudio Dario, e il commissario per l’emergenza Covid, Antonio Onnis, hanno spiegato che, grazie all’accordo siglato i medici di medicina generale potranno eseguire i test antigenici rapidi (tempo di risposta max30 minuti) e prendere in carico i contatti stretti asintomatici, individuati mediante triage telefonico e segnalati al Dipartimento di prevenzione. I test potranno essere eseguiti anche dai Medici di Continuità Assistenziale (Usca).

I medici impossibilitati ad utilizzare i propri studi potranno accordarsi con la USL o il Comune o la Protezione Civile per trovare sedi idonee, mentre i test e i dispositivi di protezione individuale, saranno forniti dal Commissario per l’emergenza Coronavirus.

Nel corso dell’incontro è stato inoltre reso noto che, da marzo a oggi, sono state reclutate 422 unità per il potenziamento del personale sanitario, tra cui 178 medici, 127 infermieri, 46 OSS, 29 unità per il contact tracing, mentre le Usca attive in Umbria sono 15, (8 operative nel territorio dell’Usl1 dove sono in fase di attivazione altre 2, 7 nell’Usl2), nel complesso sono impegnati 83 medici.

Per quanto riguarda i dati relativi all’andamento dell’epidemia nella settimana compresa tra il 30 ottobre e il 5 novembre, in base all’ultimo aggiornamento delle ore 8 del 6 novembre, i positivi in Umbria risultano 13.591 (+3412), gli attualmente positivi 8890 (2331), i ricoveri 379 (+59), di cui in rianimazione 53 (+10), i guariti 4527 (+1033), i decessi 174(+48), i tamponi eseguiti 320.893 (+22265).