IN BASE ALL’ULTIMO DPCM L’UMBRIA E’ RICOMPRESA NELLA FASCIA GIALLA
*Da venerdì 6 novembre 2020 al 03 dicembre 2020:
*Dalle ore 22.00 alle ore 5.00 sono consentiti esclusivamente gli SPOSTAMENTI motivati da comprovate esigenze lavorative, da situazioni di necessità ovvero per motivi di salute. In queste fasce orarie torna l’autocertificazione.
*Le attività dei servizi di RISTORAZIONE (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) sono aperte dalle ore 5.00 fino alle 18.00;
*Consentita la ristorazione con CONSEGNA A DOMICILIO nel rispetto delle norme igienico-sanitarie sia per l’attività di confezionamento che di trasporto, e fino alle ore 22,00;
*Per le scuole secondarie di secondo grado Didattica a distanza al 100%;
*L’ATTIVITÁ DIDATTICA ed educativa per il primo ciclo di istruzione e per i servizi educativi per l’infanzia continua a svolgersi in presenza, con uso obbligatorio di dispostivi di protezione delle vie respiratorie salvo che per i bambini di età inferiore ai sei anni e per i soggetti con patologie o disabilità incompatibili con l’uso della mascherina;
*A bordo dei MEZZI PUBBLICI del trasporto locale e del trasporto ferroviario regionale con esclusione del trasporto scolastico dedicato è consentito un coefficiente di riempimento non superiore al 50%;
*Chiusura dei CENTRI COMMERCIALI nei giorni festivi e pre-festivi ad eccezione delle attività essenziali presenti all’interno quali farmacie, parafarmacie, generi alimentari, tabacchi ed edicole;
*Sono sospese le MOSTRE e i servizi di apertura al pubblico dei MUSEI e degli altri istituti e luoghi della cultura;
*Sono sospese le attività di salegiochi, sale scommesse, sale bingo e casinò, anche se svolte all’interno di locali adibiti ad attività differente.
*Nella nostra Regione resta comunque in vigore l’ordinanza della Presidente Tesei del 30 ottobre, che ha tra l’altro stabilito una serie di provvedimenti più restrittivi in diversi settori rispetto al nuovo Dpcm, tra cui la scuola:
*A decorrere dal 3 novembre 2020 e fino al 14 novembre 2020 le attività delle scuole secondarie di primo e secondo grado statali e paritarie sono realizzate attraverso la didattica a distanza riservando alle attività in presenza esclusivamente i laboratori, ove previsti dai rispettivi ordinamenti del ciclo didattico, e la frequenza degli alunni con bisogni educativi speciali.