L’area del grande cantiere per il nuovo palasport di Terni è ormai praticamente pronta per l’inizio della nuova fase, quella della costruzione. “In un periodo così complesso e difficile per tutti, non possiamo smettere di scommettere sul futuro della nostra comunità. Per questo, insieme ai nostri tecnici c’impegniamo per rispettare le scadenze dei progetti e degli interventi in corso”. Lo dichiara l’assessore ai lavori pubblici Benedetta Salvati, in occasione della consegna, avvenuta stamattina, di ulteriori aree di cantiere per il nuovo PalaTerni.

“Alle 11 di oggi, infatti, la direzione lavori ha convocato le parti in cantiere per la consegna delle aree che, oltre quelle già precedentemente consegnate, coprono la quasi totalità dell’intervento”.

E’ stata anche firmata un’ordinanza per definire la nuova viabilità dell’area, già realizzata e tracciata, che servirà a gestire la circolazione, specie per i residenti di via San Martino, durante l’esecuzione dei lavori. Con le disposizioni dell’ordinanza sono state chiuse le strade di attraversamento e tutta l’area del parcheggio davanti lo stadio. Da oggi dunque non si potrà più accedere dentro l’area di cantiere e gli abitanti di via San Martino transiteranno attraverso la strada predisposta lungo la recinzione di cantiere lato stadio.

 

“Quello di oggi, che in apparenza è solo un passaggio burocratico – dice l’assessore Benedetta Salvati – rappresenta invece una tappa decisiva e affatto scontata verso la realizzazione, nei tempi previsti, della trasformazione di un’area che riteniamo strategica per il futuro della città: praticamente tutte le aree dove verrà realizzato il palazzetto dello sport e la parte commerciale sono state consegnate alla PalaTerni srl. Gli ostacoli procedurali, la necessità di bilanciare la tutela degli interessi, la complessità stessa del progetto, hanno imposto a ciascuno di noi, ai tecnici comunali, a quelli della società che sta realizzando l’intervento, un grandissimo impegno, che si è fin qui dimostrato efficace”.

Non appena saranno concluse le operazioni di demolizione, si comincerà con la fase più affascinante di un cantiere: quella della costruzione.

“Se il Covid non ci fermerà, quando questo periodo buio finirà i lavori saranno già a buon punto. L’auspicio è dunque che il cantiere del PalaTerni possa rappresentare una speranza, perché tutti ci auguriamo che quest’area sarà il luogo della nostra ritrovata socialità”.

L’intera superficie dell’intervento è di 9 ettari, tra il fiume Nera e lo stadio Liberati.

IL PROGETTO complessivo: i lavori di realizzazione del nuovo Palaterni e delle opere correlate e connesse consistono in opere di demolizione e preparazione dell’area, nella costruzione del nuovo Palasport di.6727 mq., nella costruzione di edifici ad uso commerciale per circa 5.000 mq di vendita e di ristorazione e nella riqualificazione urbana con nuova viabilità di accesso/uscita oltre ai parcheggi a raso superiori agli standard di legge.

 

IL PALASPORT POLIFUNZIONALE: superficie coperta in pianta circa mq. 6.727 – superficie coperta totale mq. 8.500

Posti a sedere per attività sportive: 4320 oltre alla palestra di allenamento con ulteriori 100 posti

Posti a sedere per attività di spettacolo: 5500

Spettatori per eventi esterni: 4000

Parcheggio autovetture stalli: 924