“Ormai sono anni che diciamo – dichiara il consigliere comunale dei Cinque Stelle Claudio Fiorelli – che manca il personale sanitario ma nulla è stato fatto da parte delle istituzioni e dalla dirigenza degli ospedali. Si è perso solo tempo e, intanto, chiudiamo i reparti perché non possiamo gestirli con le poche persone che abbiamo. In altre regioni qualcosa è stato fatto e questo ha aggravato ulteriormente la nostra condizione facendoci perdere preziosi professionisti che avevamo formato. Gli anestesisti-rianimatori li trovi se li cerchi. Io, personalmente, essendo uno di loro, conosco colleghi che sarebbero venuti a lavorare a Terni se solo ci fosse stato un concorso disponibile e non considero tutti quelli che abbiamo lasciato andar via. Ci vantiamo, oggi, di aver avviato le procedure per concorsi per n. 1 anestesista quando ne servirebbero almeno 10.
Ma poi lasciamo la graduatoria aperta è la risposta. Non mi sembra una replica molto intelligente. Se si vuole attrarre persone e soprattutto quelle che potrebbero essere indecise, bisogna lanciare un segnale forte. Se io dovessi rispondere ad un bando di concorso in un’altra regione non parteciperei se c’è scritto: 1 posto. Nel frattempo, però, a questa debolezza delle istituzioni, corrisponde la certezza di colleghi che stanno andando in pensione. Una situazione già molto precaria che rischia di peggiorare ancora”.

 

TERNI, FILIPPONI “EMERGENZA COVID: DAL SANTA MARIA DATI ALLARMANTI”