Si è svolta nel Complesso monumentale di Santa Giuliana, a Perugia, la cerimonia di avvicendamento del comandante della Scuola Lingue Estere dell’Esercito, alla presenza del comandante per la Formazione, specializzazione e dottrina dell’Esercito, generale di Corpo d’armata Salvatore Camporeale.

Nella cornice del Chiostro Superiore del monastero cistercense, il generale di brigata Incisa di Camerana, dopo due anni alla guida dell’ente, ha lasciato il comando al generale di brigata Carta.

Nel suo discorso di commiato, il generale Incisa di Camerana – riferisce una nota – ha voluto ringraziare tutto il personale della Scuola sottolineando che “la Slee è considerata il cuore, il cervello e il motore della formazione linguistica in ambito Forza Armata e dell’intero comparto interforze, dei Corpi armati dello Stato e, più in generale, della Pubblica Amministrazione.”

Dopo la “formula di riconoscimento” e un breve intervento del comandante subentrante, il generale di Corpo d’armata Camporeale, evidenziando la naturale vocazione internazionale, multiculturale e inter-agenzia, cifra distintiva dell’Istituto, ha ringraziato il generale Incisa di Camerana per l’impegno profuso e i brillanti traguardi raggiunti.

La cerimonia – viene sottolineato – è stata condotta nel pieno rispetto delle norme vigenti per il contrasto e contenimento da Covid-19.