“Con questa sentenza, che smentisce totalmente l’ipotesi accusatoria, viene restituita onorabilità non solo politica, ma anche etica a tutti i soggetti coinvolti”: così l’avvocato Attilio Biancifiori, legale dell’ex sindaco di Terni Leopoldo Di Girolamo e di altri sette imputati, commenta l’assoluzione di tutti i 19 ex amministratori e dipendenti comunali coinvolti nel processo ‘Spada’.

Di Girolamo, che oggi non era presente in aula, era accusato di turbata libertà degli incanti. “La stessa ipotesi accusatoria – spiega l’avvocato Biancifiori – prefigurava anche mediaticamente una connotazione estremamente sfavorevole in merito alle procedure adottate, quasi un sistema di illegalità consolidato. L’istruttoria, ricca di contributi anche giurisprudenziali, ha permesso invece di appurare che l’agire delle amministrazioni era corretto e conforme alle regole del diritto amministrativo, oltre che sempre orientato all’interesse della comunità”.

In attesa di leggere le motivazioni della sentenza, che saranno depositate entro 90 giorni, per l’avvocato Biancifiori “la formula di proscioglimento pieno fa intravedere una totale adesione del giudice alla tesi difensive sulla regolarità procedurale dell’iter degli affidamenti, svolto nella più totale buona fede”.