Leonardo Latini lancia un messaggio ai vertici di Ast con un post su Facebook “Sono due le cose che chiediamo dopo le notizie provenienti dalla Germania e apprese nel pomeriggio di ieri in ordine alla individuazione della banca di affari che opererà nell’ambito delle procedure poste in essere per la vendita di Acciai Speciali Terni.
La prima ferma richiesta la rivolgiamo ai vertici tedeschi di ThyssenKrupp. Ricordiamo loro che non stanno vendendo una fabbrica come le altre, ma un complesso che ha fatto la storia industriale della nostra città e del nostro Paese. Qualsiasi decisione non può essere presa lasciando all’oscuro questo territorio, le istituzioni che ne rappresentano i cittadini e soprattutto i lavoratori che sono l’anima e il valore aggiunto di quella fabbrica. Il rispetto crediamo di averlo guadagnato con la nostra storia e il nostro lavoro e ora lo pretendiamo.
La seconda ferma richiesta è che la vicenda della vendita di Ast sia affrontata in un confronto ai massimi livelli tra il Governo italiano e i vertici di ThyssenKrupp, con la partecipazione dei rappresentanti dei lavoratori e delle istituzioni locali, che non può prescindere dalla dichiarazione di strategicità del sito. In una fase così delicata c’è bisogno di azioni efficaci e percorsi lineari che vedano coinvolti tutti gli attori.”