Protagonisti della vicenda sono stati due sudamericani, un uomo e una donna, che risultati positivi al coronavirus come da protocollo erano stati messi in quarantena domiciliare. Ma i due hanno pensato bene di uscire e andare in un negozio del centro e rubate alcuni capi di abbigliamento per un valore di qualche centinaio di euro. Beccato dalla sorveglianza e poi intervenuti i carabinieri i quali dopo i controlli si sono resi conto che l’uomo e la donna avevano violato la quarantena, mettendo in pericolo i clienti i commessi e tutti i presenti nel negozio. Per i due è scattata sia la denuncia per furto che per aver violato la misura di confinamento nel proprio domicilio imposta dalle autorità.