VERSO LE ORE 02,30, UNA PATTUGLIA DELLA POLIZIA STRADALE DI ORVIETO, NEI PRESSI DEL CASELLO AUTOSTRADALE DI ORTE, INDIVIDUAVA UN’AUTOVETTURA OPEL ASTRA A BORDO DELLA QUALE VIAGGIAVANO 4 UOMINI IL CUI ATTEGGIAMENTO NERVOSO, NON SFUGGIVA AGLI AGENTI CHE DECIDEVANO DI FERMARLI PER ESEGUIRE UN CONTROLLO.

DOPO AVER ESIBITO I DOCUMENTI I 4 SOGGETTI, ALLA RICHIESTA DI DOVE FOSSERO DIRETTI E DA DOVE PROVENISSERO RISPONDEVANO VAGAMENTE E CON SPIEGAZIONI CONTRASTANTI TRA DI LORO.

GLI UOMINI DELLA STRADALE QUINDI DECIDEVANO DI APPROFONDIRE GLI ACCERTAMENTI ANCHE ALL’INTERNO DEL VEICOLO E, NEL BAGAGLIAIO RINVENIVANO, COSI,’ DEI GROSSI SACCHI DI NYLON AL CUI INTERNO ERANO RIPOSTI ALLA RINFUSA OLTRE 500 PACCHETTI DI SIGARETTE DI VARI MARCHI, PROFUMI, NUMEROSI PORTACHIAVI, CIRCA 30 CONFEZIONI DI CAFFE’ ED ALTRETTANTI DI DETERSIVI DELLA CUI PROVENIENZA I FERMATI NON FORNIVANO ALCUNA SPIEGAZIONE.

ALLA LUCE DI QUANTO SCOPERTO, I 4 UOMINI VENIVANO ACCOMPAGNATI PRESSO GLI UFFICI DELLA STRADALE DI ORVIETO PER PIU’ APPROFONDITI ACCERTAMENTI.

VENIVANO SVOLTE QUINDI INDAGINI PIU’ NEL DETTAGLIO CHE CONSENTIVANO DI ACCERTARE CHE IL MATERIALE TRASPORTATO SULL’AUTOVETTURA DEI 4 STRANIERI ERA STATO RUBATO  NELLA NOTTATA IN UN ESERCIZIO COMMERCIALE DI PRECI (PG).

ALLA LUCE DI QUANTO EMERSO, I 4 CITTADINI STRANIERI, PLURIPREGIUDICATI ANCHE PER REATI SPECIFICI (UNO DI ESSI PERALTRO ERA GIA’ STATO ARRESTATO IL 2 OTTOBRE PER FURTO, UN ALTRO ERA  SOTTOPOSTO AD OBBLIGO DI FIRMA SEMPRE PER IL MEDESIMO REATO) SONO STATI DENUNCIATI PER DI RICETTAZIONE IN CONCORSO TRA LORO E POSSESSO DI ARNESI ATTI ALLO SCASSO IN QUANTO, SUL VEICOLO, ERANO PRESENTI ANCHE DUE SCALPELLI VEROSIMILMENTE ULTILIZZATI PER FORZARE L’INGRESSO DELL’ESERCIZIO VIOLATO.

VERSO LE ORE 02,30, UNA PATTUGLIA DELLA POLIZIA STRADALE DI ORVIETO, NEI PRESSI DEL CASELLO AUTOSTRADALE DI ORTE, INDIVIDUAVA UN’AUTOVETTURA OPEL ASTRA A BORDO DELLA QUALE VIAGGIAVANO 4 UOMINI IL CUI ATTEGGIAMENTO NERVOSO, DA QUESTI ASSUNTO ALLA VISTA DELLA POLIZIA, NON SFUGGIVA ALL’OCCHIO ATTENTO ED ESPERTO DEGLI AGENTI CHE DECIDEVANO PERTANTO DI FERMARLI PER ESEGUIRE UN CONTROLLO.

DOPO AVER ESIBITO I DOCUMENT I 4 SOGGETTI, ALLA RICHIESTA DI DOVE FOSSERO DIRETTI E DA DOVE PROVENISSERO RISPONDEVANO VAGAMENTE E CON SPIEGAZIONI CONTRASTANTI TRA DI LORO.

GLI UOMINI DELLA STRADALE QUINDI DECIDEVANO DI APPROFONDIRE GLI ACCERTAMENTI ANCHE ALL’INTERNO DEL VEICOLO E, NEL BAGAGLIAIO RINVENIVANO, COSI,’ DEI GROSSI SACCHI DI NYLON AL CUI INTERNO ERANO RIPOSTI ALLA RINFUSA OLTRE 500 PACCHETTI DI SIGARETTE DI VARI MARCHI, PROFUMI, NUMEROSI PORTACHIAVI, CIRCA 30 CONFEZIONI DI CAFFE’ ED ALTRETTANTI DI DETERSIVI DELLA CUI PROVENIENZA DI QUEL MATERIALE, TUTTI I FERMATI NON FORNIVANO ALCUNA SPIEGAZIONE.

ALLA LUCE DI QUANTO SCOPERTO, I 4 UOMINI VENIVANO ACCOMPAGNATI PRESSO GLI UFFICI DELLA STRADALE DI ORVIETO PER PIU’ APPROFONDITI ACCERTAMENTI.

VENIVANO SVOLTE QUINDI INDAGINI PIU’ NEL DETTAGLIO CHE CONSENTIVANO DI ACCERTARE CHE IL MATERIALE TRASPORTATO SULL’AUTOVETTURA DEI 4 STRANIERI ERA STATO FURTIVAMENTE ASPORTATO NELLA NOTTATA IN UN ESERCIZIO COMMERCIALE DI PRECI (PG) PREVIA INTRUSIONE ALL’INTERNO DELLO STESSO.

ALLA LUCE DI QUANTO EMERSO, I 4 CITTADINI STRANIERI, PLURIPREGIUDICATI ANCHE PER REATI SPECIFICI (UNO DI ESSI PERALTRO ERA GIA’ STATO ARRESTATO IL 2 OTTOBRE U.S. PERCHE’ RESOSI RESPONSABILE DI ANALOGO REATO ED UN ALTRO ERA  SOTTOPOSTO AD OBBLIGO DI FIRMA SEMPRE PER IL MEDESIMO REATO) SONO STATI DENUNCIATI PER IL REATO DI RICETTAZIONE IN CONCORSO TRA LORO E POSSESSO DI ARNESI ATTI ALLO SCASSO IN QUANTO, SUL VEICOLO, ERANO PRESENTI ANCHE DUE SCALPELLI USATI VEROSIMILMENTE PER COMPIERE IL FURTO.

LA MERCE RECUPERATA, PER UN VALORE DI OLTRE 5000,00 EURO E’ STATA SOTTOPOSTA A SEQUESTRO IN ATTESA DI ESSERE RESTITUITA AL LEGITTIMO PROPRIETARIO