Riceviamo e pubblichiamo – “Ricapitoliamo la storia di quest’Opera della giunta Latini e fortemente voluta dal consigliere Rossi.
Un’opera simbolica della città, datata tra il 1300 e il 1600, viene spostata dal giardinetto originale di via Campofregoso perché quest’ultimo vittima di incuria.
Buon senso vorrebbe il mettere in sicurezza l’opera nel luogo dove la giunta l’ha trovata, magari provvedendo a quell’incuria e ridando il giardino ad utilizzo dei residenti di quel quartiere popolare.
Invece si decide di spostare l’opera, fregandosene del quartiere, mettendola con tracotanza nel cortile del palazzo del potere. Il tutto nel nome della salvaguardia dell’opera che, di tutta risposta, si sta ingiallendo sotto la pioggia, a contatto con la base in metallo. L’opera è di materiale poroso, e la ruggine sta rovinando sia il Thyrus che i sampietrini sottostanti. Davvero un lavoro ben fatto.”