Nel pomeriggio di ieri ad Orvieto, a conclusione di una mirata attività d’indagine e di una serie di accertamenti svolti dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile del locale Comando Compagnia Carabinieri, venivano deferite in stato di libertà alla competente Procura della Repubblica due persone, entrambe commercianti di Orvieto, i quali, in quanto titolari di un supermercato di quel centro cittadino, sono stati ritenuti responsabili del reato di “somministrazione/vendita di bevande alcooliche a minori degli anni 16”. L’attività scaturiva a seguito del rinvenimento, nella serata del 22 agosto scorso presso i giardini comunali di Orvieto, di una minore priva di sensi risultata poi in stato di ebrezza alcolica.