I consiglieri regionali della Lega, Valerio Mancini e Francesca Peppucci intervengono in merito all’incidente stradale della scorsa notte, che è costato la vita ad un uomo di Portaria, causato da un cinghiale, per questo chiedono che vengano previste “misure urgenti a tutela dei cittadini”.

“Il Consiglio regionale – ricorda Mancini – ha da sempre attenzionato questo tema, e in qualità di Presidente della Seconda commissione (Ambiente e Agricoltura) ho già dato luogo ad audizioni con l’assessore regionale Roberto Morroni, avvenute sia durante la discussione del calendario venatorio sia per ascoltare i rappresentanti delle associazioni di categoria del mondo agricolo per i danni da fauna selvatica”.

“Come gruppo Lega – continua Mancini – ci siamo battuti e abbiamo ottenuto che l’apertura della caccia al cinghiale venisse anticipata al mese di ottobre e non a novembre come inizialmente era stato proposto in Commissione dalla Giunta. I cinghiali – sottolinea – rappresentano un problema non soltanto per l’agricoltura, ma anche per gli automobilisti, pertanto è necessario che vengano adottate quanto prima soluzioni efficaci di contenimento della specie. Inoltre ritengo opportuno che venga rivalutata la possibilità di erogare un risarcimento agli automobilisti che subiscono danni da fauna selvatica”.

“È inammissibile – rimarca anche Francesca Peppucci – che l’incolumità dei cittadini venga messa in pericolo dai cinghiali: non possiamo permettere che questi animali continuino a rappresentare un pericolo per gli automobilisti, ma soprattutto che siano una causa di mortalità. Negli ultimi anni – ricorda e conclude Peppucci – sono stati innumerevoli gli incidenti causati dall’attraversamento dei cinghiali: è un fenomeno che costringe ad un’urgente riflessione per arrivare quanto prima a soluzione concrete, a tutela di tutti”.