Nel centro cittadino di Terni, nell’ultimo periodo, è stata registrata un’impennata di furti di biciclette: rispetto a periodi precedenti, sono state infatti più numerose le denunce presentate dai cittadini presso i Comandi dell’Arma. I militari della Stazione capoluogo si sono immediatamente attivati e, al termine di una paziente e attenta attività di osservazione e raccolta informativa, sono riusciti a risalire a tutta la filiera del furto, identificando il responsabile dei furti e due ricettatori, rispettivamente un cittadino italiano, ternano, classe ’77, e due cittadini romeni, classe ’69 e ’78, residenti a Terni.
Una macchina ben oliata e collaudata. L’italiano, disoccupato, rubava le biciclette lasciate momentaneamente incustodite dai proprietari, all’interno dei garage o degli androni condominiali, per poi consegnarle prontamente ai ricettatori in cambio di 50 euro. Sottratte biciclette di ogni tipologia e valore: bici elettrica, bici sportive dal costo ingente. All’esito di una perquisizione domiciliare, i Carabinieri sono riusciti a recuperare 5 biciclette, già ricettate, che saranno restituite ai legittimi proprietari. Nel corso delle operazioni, i militari della Stazione di Terni hanno anche rinvenuto 3 piante di canapa indiana dell’altezza di circa 140 cm, motivo per il quale uno dei ricettatori è stato anche deferito per la detenzione illecita di sostanze stupefacenti.