Si è svolta stamane, presso il Comando dei Vigili del Fuoco di Terni, la cerimonia commemorativa della scomparsa del Capo Squadra Stefano Picerno, caduto in servizio nell’attentato rivendicato dalla mafia di Via Palestro, a Milano. Era il 27 luglio 1993.

Nell’attentato morirono altre quattro persone: due vigili del fuoco, un vigile urbano ed un cittadino marocchino di 44 anni che sembra stesse dormendo su una panchina li vicina. Oggi, Stefano Picerno avrebbe compiuto 64 anni.

A fare gli onori di casa, stamane, presso la caserma di Via Ettore Proietti Divi, il Comandante Provinciale dei VV. F. ternani, Giancarlo Cuglietta, alla presenza delle massime autorità cittadine, membri all’Associazione VV.F., rappresentanti dell’Associazione Libera, ed i familiari di Stefano Picerno, assurto al ruolo di eroe nazionale ed insignito della medaglia d’oro al valore civile.