“Lascio un territorio ancora sano, seppure ci sono delle criticità inevitabili. Ma la sua qualità della vita mi mancherà”: lo ha detto oggi il comandante provinciale uscente dei carabinieri di Terni, il colonnello Davide Rossi, salutando i giornalisti in vista del suo trasferimento ad altro incarico. Da lunedì assumerà infatti il ruolo di capo ufficio Oaio del comando interregionale ‘Podgora’ dell’Arma, a Roma, e verrà sostituito dal colonnello Davide Milano, attualmente alla Direzione centrale della polizia criminale-Servizio per il sistema informativo interforze del ministero dell’Interno.

Tra le criticità del territorio sottolineate da Rossi, che ha trascorso tre anni alla guida del comando provinciale ternano, “i reati collegati alle sostanze stupefacenti e in minima parte i reati di microcriminalità soprattutto i furti, costante in territori relativamente tranquilli e vicini a zone come Roma”. “Ma il tessuto è sano – ha ribadito il comandante uscente – e la mia esperienza qui è stata molto positiva”.

Il colonnello Rossi ha poi ringraziato “le autorità istituzionali, il prefetto, il questore, i colleghi comandanti e l’autorità giudiziaria”. “C’è stato un lavoro di squadra sempre forte – ha concluso – io ho cercato di mettere il massimo impegno per raggiungere gli obiettivi e offrire una collaborazione costante e leale”.