L’Umbria si conferma regione dal cuore green, attenta alla sostenibilità e allo sviluppo dell’economia circolare: secondo il 25° Rapporto annuale sulla raccolta differenziata e riciclo di carta e cartone in
Italia curato da COMIECO, infatti, nella Regione sono state raccolte e avviate al riciclo quasi 60.000 tonnellate di carta e cartone, con un incremento del +1,5% rispetto al 2018. Nel panorama delle regioni dell’Italia Centrale, l’Umbria si è segnalata per dinamismo, incrementando di quasi 1.000 tonnellate la raccolta differenziata di carta e cartone, rispetto al 2018. Ciò ha portato la raccolta media per abitante a 66 kg, dato di poco inferiore alla media del Centro pari a 69 kg/ab.” – commenta Carlo Montalbetti, Direttore Generale Comieco –“Il circuito Comieco ha gestito direttamente il ritiro di oltre 27.000 tonnellate, il 46% del totale regionale, in forza delle convenzioni stipulate con i Comuni umbri che, di ritorno, hanno ricevuto oltre 1,6 milioni di Euro in corrispettivi economici.”

La provincia di Perugia ha ribadito il suo primato in termini di carta e cartone avviando correttamente a riciclo 45.512 tonnellate, pari al 77% della raccolta regionale, e una media pro- capite di 68,5 kg. In provincia di Terni sono state raccolte 13.574 tonnellate per una media pro- capite di 58,9 kg.