Personale del Commissariato di Città di Castello è intervenuto presso un esercizio commerciale di Umbertide nel quale era in corso una lite scaturita per futili motivi fra un uomo di 37 anni ed una donna 24enne. Durante l’intervento degli agenti l’uomo estraeva improvvisamente da una tasca un coltello a serramanico col quale minacciava la ragazza e i clienti. Gli agenti riuscivano a disarmarlo rapidamente garantendo l’incolumità dei presenti procedendo al successivo sequestro della lama. L’uomo, sul quale pendono precedenti di polizia per reati inerenti la detenzione e lo spaccio di sostanze stupefacenti, veniva identificato e deferito all’Autorità Giudiziaria per i reati di minaccia aggravata e porto di oggetti atti ad offendere. Inoltre il soggetto veniva sanzionato anche per la violazione delle norme COVID-19 in quanto non indossava i prescritti dispositivi di protezione.

TERNI: DENUNCIATA UNA COPPIA CHE SI RIFIUTA DI INDOSSARE LA MASCHERINA, IN 5 SANZIONATI