Poco dopo le ore 15:00 di oggi, è giunta una richiesta telefonica di aiuto al Soccorso Alpino e Speleologico Umbria (SASU), da parte di sei persone rimaste bloccate sulla parete nord del Monte Vettore.

Sul posto si sono recate le squadre del SASU in presidio a Castelluccio, Valnerina e Terni, composte da sanitari, tecnici ed operatori congiuntamente con le squadre del Soccorso Alpino e Speleologico Marche.
Estremamente complesso l’intervento anche a causa della tempesta di fulmini e l’assenza di disponibilità dell’elisosoccorso del 118.
I giovani, scarsamente equipaggiati ed inesperti, si erano avventurati perdendo la cognizione dei luoghi e senza riuscire più a muoversi dalla parete di roccia.
Due di essi sono stati tratti in salvo dall’elicottero dei Vigili del Fuoco, mentre gli altri quattro dai soccorritori del Soccorso Alpino e Speleologico sono stati raggounti, anche dovendo prestare molta attenzione a causa delle difficili condizioni meteo.
Oltre a questo intervento, il Soccorso Alpino e Speleologico Umbria (SASU) ha effettuato altre attività di soccorso durante il fine settimana.
Per preservare la propria ed altri incolumità, si raccomanda sempre di misurare le escursioni in base alle proprie capacità e con attrezzature idonee.