Le azioni messe in campo dalla Regione Umbria di concerto con le Aziende sanitarie per ridurre i tempi di attesa per gli esami del sangue, hanno permesso, nell’arco di 2 settimane, di ripristinare una situazione che si avvicina a quella pre-covid: lo comunica l’assessore alla Salute della Regione Umbria, Luca Coletto, informando che, grazie all’apertura straordinaria di domenica 26 luglio, nei distretti dell’Usl Umbria 1 e Usl Umbria 2, sono stati effettuati 418 prelievi e che le aziende sanitarie stanno continuando a monitorare i tempi di attesa nei vari distretti in modo da programmare altre aperture domenicali anche nel mese di agosto.

L’apertura delle 2 domeniche 26 e 19 luglio, affiancata ad altri provvedimenti, ha permesso, sempre nel rispetto delle misure di sicurezza e prevenzione disposte dalla normativa, di snellire le liste di attesa relative ai prelievi di sangue: nella giornata di ieri a Gualdo Tadino sono stati effettuati 45 prelievi e, grazie anche alla nuova apertura domenicale, il punto prelievi ha un tempo di attesa di 5 giorni. A Umbertide invece, i prelievi sono stati 58.

La seduta straordinaria organizzata dall’Usl Umbria 2 a Foligno ha permesso 130 prelievi (65 al distretto e 65 in ospedale), a Orvieto 135 (66 distretto e 69 ospedale), a Spoleto 50 (tutti in ospedale).

L’assessore Coletto ha voluto quindi “ringraziare i professionisti che operano nelle aziende per il grande sforzo organizzativo e per la loro disponibilità che ha permesso di ampliare l’orario di apertura dei punti prelievo andando incontro alle esigenze dei cittadini”.