C’è un rafforzamento delle attività terapeutiche e diagnostiche prima di avviare altri percorsi assistenziali nei confronti della donna peruviana, proveniente da fuori regione, ricoverata nei giorni scorsi per positività al Covid-19, all’ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia.

Il commissario straordinario dell’azienda ospedaliera di Perugia, Marcello Giannico precisa che la paziente è ancora ricoverata in attesa degli ultimi esami diagnostici e che, nel frattempo, sono state già predisposte tutte le misure, in accordo con la Usl Umbria 1, per garantirle una “adeguata convalescenza”. La donna – secondo quanto si è appreso – è in via di guarigione ed è già risultata negativa ad un primo tampone.

La peruviana sarebbe una escort che era appena arrivata in Umbria dopo esser rimasta per 15 giorni a Modica dove aveva preso in affitto un monolocale per il ricevimento di diversi clienti su appuntamento.