E’ di 1.631 identificati, 4 persone arrestate, 1 denunciato a piede libero, 207 servizi di vigilanza nelle stazioni ferroviarie, 43 treni scortati, 27 pattuglie automontate ed 1 daspo urbano il bilancio dell’attività messa in atto nella settimana appena trascorsa dal personale del Compartimento di Polizia Ferroviaria per le Marche, l’Umbria e l’Abruzzo.

Lunedì la PolFer di Ancona ha tratto in arresto per rapina 3 giovani, di cui uno minorenne, che, sorpresi dal proprietario mentre tentavano di sottrargli lo smartphone, non esitavano ad usare violenza. I due maggiorenni venivano associati alla Casa Circondariale di Ancona mentre il minore veniva affidato ad una comunità.

Sempre la PolFer di Ancona, giovedì ha tratto in arresto un 24enne marocchino per evasione dagli arresti domiciliari. L’operaio, che era autorizzato a recarsi sul posto di lavoro in orari prestabiliti, veniva rintracciato nella Stazione di Ancona in evidente stato di ubriachezza mentre infastidiva alcune donne in attesa del bus. Oltre all’arresto veniva sanzionato amministrativamente per l’ubriachezza e sottoposto a “daspo” urbano.

La Polfer di Foligno ha denunciato per furto un 30enne italiano che aveva sottratto a bordo di un treno regionale, una borsa ad una viaggiatrice. L’uomo, che era riuscito a far perdere le proprie tracce, è stato rintracciato dopo pochi giorni dagli Agenti della PolFer, grazie ad una accurata attività d’indagine scaturita dalle testimonianze raccolte.