Sono stati celebrati questo pomeriggio, presso la Cattedrale di Terni, i funerali di Gianluca Alonzi e Flavio Presuttari, i due adolescenti di 15 e 16 anni trovati morti nel sonno nei loro letti martedì scorso.

Centinaia le persone che, pur nel rispetto delle misure anti-Covid, hanno partecipato alle esequie, celebrate congiuntamente. Tra loro, ovviamente, tanti amici e compagni di scuola dei due ragazzi. La folla che non è potuta entrare in chiesa ha assistito sul sagrato della chiesa che era davvero gremito.

“Ci turba profondamente che due splendidi ragazzi, accolti con gioia alla vita dalle loro famiglie, e amati da tanti amici e conoscenti, siano stati oggetti da parte di alcuni di sguardi malefici, pronti a danneggiarli solo per bramosia di una manciata di soldi e di un’illusoria esperienza di potere e dominio su di loro” ha detto don Luca Andreani, che ha celebrato il funerale insieme a don Alessandro Rossini. “Erano dei ragazzi buoni”, di buon cuore, “fregati’ dal male” ha aggiunto il religioso nella sua omelia.

Lunghi applausi e il lancio di palloncini bianchi ha accompagnato l’arrivo e l’uscita dei feretri. “Hanno ammazzato il mio angioletto” ha urlato la mamma di Gianluca all’entrata nella chiesa. “Provo più dolore che rabbia, se faremo un’associazione in ricordo di Gianluca e Flavio voglio voi ragazzi” ha detto al termine della cerimonia la madre dell’altro adolescente rivolgendosi agli amici del figlio.

In occasione dei funerali dei due adolescenti, la città si è fermata per il lutto cittadino proclamato – per oggi – dal Comune di Terni.