C’è anche quella di Terni tra le diverse province italiane interessate dalla vasta indagine che vede impegnati oltre 100 finanzieri del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Padova e di altri reparti.

Le Fiamme Gialle, su disposizione della Procura della repubblica di Padova, hanno infatti messo in atto perquisizioni – oltrechè nel ternano – anche nelle province di Padova, Milano, Lodi, Verona, Roma, Napoli e Caserta.

Quattro gli arresti eseguiti nei confronti di altrettanti appartenenti a un’associazione per delinquere dedita alle frodi fiscali nel campo della vendita di carburante, con ordine di sequestro preventivo per 95 milioni di euro di Iva evasa. Sequestrate, inoltre, decine di autobotti cariche di carburante.