La Direzione ambiente del Comune di Terni ha reso noto che è stata individuata la ditta per gli interventi di disinfestazione dalle zanzare tigre e comune sia nei centri abitati che nelle principali frazioni con prodotti antilarvali. La disinfestazione avverrà con cadenza mensile. “Le sostanze utilizzate – evidenzia l’assessore all’ambiente Benedetta Salvati – sono biologiche e garantiscono un minor impatto sull’ambiente anche lacustre, come nel caso di Piediluco, in accordo con ciò che prevede la Regione Umbria e la Usl Umbria 2”. Pertanto i cittadini non troveranno più affissi lungo le vie, i cartelli che comunicano l’avvio della disinfestazione proprio perché non si utilizzerà più il metodo della nebulizzazione lungo le strade ma si andrà ad intervenire nei punti dove le zanzare depositano le larve: i punti di ristagno d’acqua, caditoie e pozzetti o i luoghi verdi come La Passeggiata.
Si ricorda anche che per il resto del territorio è fondamentale l’azione dei cittadini come stabilisce l’ordinanza del sindaco di aprile che obbliga tutti i cittadini, soggetti pubblici, amministratori condominiali, società che gestiscono le aree di centri commerciali, artigianali, industriali ed in generale a tutti coloro che abbiano la effettiva disponibilità di aree aperte e/o di edifici destinati ad abitazione e ad altri usi e/o di aree strutturate con sistemi di raccolta delle acque meteoriche, nel periodo compreso tra il primo del mese di maggio 2020 ed il 31 del mese di ottobre 2020, ad effettuare gli interventi necessari come dettagliato nell’ordinanza stessa. Tutto ciò evita anche la trasmissione di malattie infettive trasmesse da tali vettori come alcune tipologie di febbre di origine tropicale ormai diffuse anche nel nostro territorio.

CHIUSURA UFFICI DECENTRATI COMUNE TERNI, SPI CGIL: “GRAVE DISSERVIZIO PER GLI ANZIANI”