Il progetto si intitola “Nessuno escluso” e, grazie al sostegno della fondazione Carit, consente ad Auser Terni di proseguire tutte le attività in favore degli anziani iniziate i primi di marzo e svolte durante tutta l’emergenza covid. Che andranno avanti fino al 31 dicembre.

Nei due mesi di lockdown Auser ha svolto più di 200 servizi di consegna della spesa e dei medicinali e servizi di ascolto psicologico e telefonico: “La fase critica non è terminata. Crediamo che ancora ci vorrà molto tempo per tornare ad una situazione di semi normalità – dice il presidente Alessandro Rossi – noi ci siamo e ci saremo”.

“Nessuno escluso” è uno dei progetti finanziati dal Bando “Welfare di comunità-emergenza covid. Insieme per la ripresa” che la fondazione Carit ha ideato per venire incontro alle esigenze del territorio nel momento della ripresa delle attività di assistenza e di beneficenza per i soggetti fragili.

Le tante richieste di aiuto al numero verde Auser hanno dato il via al progetto “Grandi storie in piccoli spazi: Testimonianze ai tempi del covid-19”.

L’associazione sta raccogliendo, via mail o al telefono, storie, poesie, ricette, uno spaccato dell’emergenza o ricordi del passato che diventeranno un libro, una memoria storica di una quotidianità che, grazie a tanti volontari, ha comunque regalato la speranza.

“Le persone possono contattarci per raccontare come hanno trascorso il periodo dell’emergenza, per condividere una poesia o una ricetta” dice Rossi.

Per partecipare, per chiedere la consegna della spesa e dei farmaci o usufruire del sostegno psicologico basta scrivere una mail auser.terni@umbria.cgil.it oppure telefonare ai numeri 800 995 988 e 0744 496218.