riceviamo e pubblichiamo – A un anno di distanza dalle prime segnalazioni, negli ultimi giorni i cittadini hanno di nuovo avvertito fenomeni odorigeni del tutto simili a quelli già segnalati e associati dalle rilevazioni dell’Arpa alla società Setras.  Proprio in questi giorni apprendiamo da un post sul profilo facebook della Setras, che i primi di luglio sarà inaugurato il nuovo impianto di lavaggio e bonifica delle cisterne. Siamo quindi a chiedere alla autorità competenti di vigilare fin dalla ripartenza, non solo sulle effettive emissioni provenienti dallo stabilimento, ma di avvalersi di tutti gli strumenti necessari per garantire che non ci siano nuovamente disagi che comportino nuove limitazioni sulla qualità di vita per la cittadinanza. Ci auguriamo che ci sia la stessa perseveranza e volontà di ridurre al minimo il disagio anche per i cittadini che vivono nella vicinanza dello stabilimento, come avvenuto in questi giorni per la vicenda del viadotto di Montoro.
L’appello è di non essere lasciati di nuovo soli nel fronteggiare una situazione che ha già duramente danneggiato i cittadini nelle abitudini di vita quotidiana e ha scaturito la necessità in alcuni casi di rivolgersi alle strutture mediche.

COMITATO SALUTE ACQUABONA

ROGO “BIONDI RECUPERI”: “INTOLLERABILE UN NUOVO INCENDIO NELLO STESSO IMPIANTO”