Sciopero con presidio alla portineria dei lavoratori Treofan da questa mattina dopo il fallimento del tavolo tecnico tra sindacati e azienda di venerdì scorso. La mobilitazione proclamata da rsu e segreterie territoriali di Filctem Cgil Femca Cis, Uiltec Uil e Ugl chimici dopo che l’azienda non ha chiarito le intenzioni del gruppo Jindal sul futuro del sito del polo chimico di Terni.

Per quattro ore i dipendenti dello stabilimento hanno incrociato le braccia, con presidio davanti all’entrata degli automezzi per impedirne l’accesso. Presenti anche il deputato di Forza Italia Raffaele Nevii, il senatore di Italia Viva Leonardo Grimani. ed il consigliere comunale ternano di Senso Civico Alessandro Gentiletti.

“Non abbiamo avuto le risposte che ci attendevamo – ha spiegato la segretaria provinciale della Filctem Cgil, Marianna Formica – ci aspettiamo che vengano riportati gli ordini presso questo sito, che si sta svuotando, mentre si stanno portando le produzioni verso gli altri stabilimenti, quello di Brindisi e quelli di Germania, Belgio e Olanda”.

I sindacati chiedono anche che “vengano portate a Terni attrezzature e materiale presenti nel sito chiuso di Battipaglia”. “Ne abbiamo necessità – ha continuato Formica – e non vogliamo che vengano spostati su altri siti. Crediamo che il sito di Terni sia molto profittevole e fondamentale per il polo chimico e per la chimica dell’Umbria. Lotteremo affinché non venga chiuso”.

Domani la protesta di una delegazione di lavoratori e sindacalisti si sposterà proprio a Battipaglia, dove è atteso il management del gruppo per una delle visite che saranno dirimenti per decidere la distribuzione dei macchinari.

“Troviamo strano che macchinari ancora Treofan – ha commentato il segretario della Femca Umbria, Fabrizio Framarini – visto che la fusione con Jindal non c’è stata, possano andare in altri siti. Ci aspettiamo un diretto interessamento del Mise”.

TERNI: FINISCE RELAZIONE PERSEGUITATO E MINACCIATO DA PARENTE DELLA RAGAZZA, DUE TERNANI DENUNCIATI

TURISTI COLPITI DA UN FULMINE SUL MONTE VETTORE