La Guardia di Finanza di Perugia ha denunciato a piede libero il titolare di una società, proprietaria di un’area sulla quale – spiegano gli investigatori – venivano impropriamente stoccati svariati autoveicoli in disuso. Sequestrato un terreno di circa 2 mila e 500 metri quadri.

Il nucleo mobile nel corso dell’ordinaria attività di controllo del territorio, ha individuato un terreno all’interno del quale erano presenti numerosi veicoli risultati in evidente stato di abbandono, con batterie esauste, pneumatici logori, parti meccaniche smontate e altri rifiuti speciali, posti a diretto contatto con il suolo e senza copertura, definiti dalle fiamme gialle “pericolosissimi per l’ambiente a causa del rilascio, nel tempo, di sostanze inquinanti”.