Luisa Zappitelli, 108 anni, la “nonnina” di Città di Castello divenuta simbolo di partecipazione alla vita democratica e testimonial della sicurezza sulle strade, ha realizzato il suo sogno di donare la bandiera d’Italia al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in segno di “stima e ammirazione”.

Al capo dello Stato sono stati donati – dal sindaco di Città di Castello, Luciano Bacchetta, ricevuto al Quirinale – un Tricolore in lino realizzato a mano dalla Tela Umbra su telai dell’800 ed una mascherina sempre con i colori della patria, e una riproduzione dello Stendardo Processionale di Raffaello (custodito nella Pinacoteca comunale) realizzato da Stefano Lazzari.

Il sindaco ha anche consegnato una lettera scrita da nonna Lisa e dalla figlia Anna. “Ringrazio Dio – si legge – che ci sia Lei a proteggere la Costituzione e gli Italiani, e continuo a pregarlo perché la guidi nella sua difficile missione e le dia la pazienza e la forza di mantenere quella fermezza gentile con cui risolve e affronta problemi e situazioni difficili”.