I Carabinieri del R.O.S. hanno eseguito misure cautelari nei confronti di 7 militanti anarco-insurrezionalisti, ritenuti responsabili di associazione con finalità di terrorismo o di eversione dell’ordine democratico, atto di terrorismo con ordigni esplosivi, detenzione e porto di materiale esplosivo, istigazione a commettere delitti contro la personalità dello Stato, incendio e danneggiamenti aggravati dalla finalità di terrorismo ed eversione dell’ordine democratico.
L’indagine era stata avviata a seguito dell’attentato esplosivo alla Stazione Carabinieri di Roma San Giovanni lo scorso 7 dicembre 2017 e rivendicato dalla sigla terroristica “Cellula Santiago Maldonado – Federazione Anarchica Informale–Fronte Rivoluzionario Internazionale”. L’ordigno artigianale, occultato all’interno di un thermos di metallo contenente 1,6 kg di esplosivo, aveva provocato ingenti danni all’ingresso della caserma.