Il consigliere regionale del Pd, Fabio Paparelli, chiede alla presidente della Regione, Donatella Tesei, di “dichiarare lo stato di emergenza a seguito dei danni prodotti dalla bomba d’acqua che ha colpito ieri i comuni di Avigliano e Montecastrilli”.

L’attivazione dello stato di emergenza avviene su proposta del presidente della Regione, ed è regolato da un punto di vista giuridico dal Codice della Protezione Civile (art.24 decreto legislativo n.1 del 2 gennaio 2018).

L’obiettivo – spiega il consigliere del Pd – è di attivare le procedure per il finanziamento di interventi a favore della popolazione e del territorio, attraverso l’emanazione di provvedimenti anche in deroga all’ordinamento vigente”.

Analoghi interventi, oltre ad esprimere la solidarietà personale ai cittadini dei territori colpiti dal maltempo, giungono dal deputato ternano di Forza Italia, Raffaele Nevi, dal consigliere regionale della Lega Daniele Nicchi e dal consigliere regionale del M5S Thomas de Luca.

“È stato veramente triste ieri sera vedere le immagini che giungevano da Avigliano Umbro, colpito fortemente dal violento nubifragio, che ha interessato più marginalmente anche alcune zone di Montecastrilli”: così l’on. Raffaele Nevi, FI. “Alcune stime infatti – aggiunge – parlano di decine e decine di frane, la zona industriale alluvionata, danni alle attività, alle mura del paese e ai privati cittadini”.

“Voglio mandare un messaggio di vicinanza ai tanti cittadini – afferma Nevi in una nota – di questa realtà che ben conosco, che devono purtroppo fare i conti dei danni provocati dal maltempo. Voglio inoltre ringraziare quanti, istituzioni e volontari, si sono subito adoperati per fronteggiare l’emergenza. Da parte mia assicuro la totale disponibilità alle istituzioni per il bene di questo borgo umbro. Chiederò nel frattempo alla Regione dell’Umbria – conclude Nevi – di valutare la dichiarazione dello stato di emergenza”.

Il consigliere regionale della Lega Daniele Nicchi ha espresso “vicinanza alla comunità di Avigliano Umbro” dopo che “il paese è stato messo a dura prova dal maltempo”. “Sono permanentemente in contatto con il sindaco Luciano Conti” ha annunciato.

“Sono state decine – ha spiegato Nicchi in una nota – gli interventi per la messa in sicurezza e per il ripristino della viabilità. Particolarmente colpita è stata la zona di Avigliano Umbro e la frazione di Sismano, dove si sono registrati allagamenti di attività e cantine, frane e alberi caduti. Nel centro storico è crollata una porzione di mura di contenimento di circa venti metri a ridosso di alcune case. Il comune di Avigliano ha dichiarato lo stato di calamità naturale. Un plauso va ai vigili dei fuoco che hanno salvato tre persone nella notte a Sambucetole di Amelia, dopo essere state sorprese in auto dallo straripamento di un torrente e da un fiume d’acqua – conclude Nicchi – che scendeva da un monte, a causa delle forti piogge”.

Solidarietà e vicinanza ai cittadini di Montecastrilli ed Avigliano Umbro duramente colpiti dal maltempo nelle ultime ore”. Così il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle, Thomas De Luca, che chiede “alla presidente della Regione Umbria, Donatella Tesei, di dichiarare lo stato di emergenza nei comuni interessati da frane e allagamenti per i forti temporali che si sono abbattuti ieri pomeriggio su buona parte della regione”.

 

 

 

 

 

“Assistiamo – aggiunge – sempre più frequentemente a fenomeni atmosferici

intensi e localizzati che provocano alluvioni, smottamenti e frane, causando

vittime e danni. Immagini divenute ormai normalità che ci fanno pensare alla

fragilità dei nostri territori. Tutto questo ci fa capire come non sia più

procrastinabile un investimento massiccio per interventi mirati alla tutela e

alla messa in sicurezza dei territori, attraverso politiche di mitigazione

che garantiscano una migliore risposta agli eventi climatici”.