Con una semplice e sobria cerimonia in ragione della situazione covid-19, è stato celebrato stamane, presso il Comando Provinciale dei Carabinieri di Terni, il 206° Annuale della Fondazione dell’Arma.

La celebrazione ha visto la sola partecipazione della massima Autorità provinciale, il Prefetto di Terni Emilio Dario Sensi, nel corso della quale è stata deposta una corona presso la targa dedicata al Carabiniere Raoul ANGELINI, caduto per mano dei nazi-fascisti il 1 giugno 1944, al quale è intitolata la caserma sede del Comando Provinciale.

La “Festa dell’Arma” è il momento in cui si traccia un bilancio dell’attività svolta nell’ultimo anno da tutti i Reparti dipendenti dal Comando Provinciale (Reparto Operativo, Compagnie di Terni, Amelia ed Orvieto alle cui dipendenze operano 30 Stazioni) unitamente a quelli del Gruppo Carabinieri Forestale.

Negli ultimi 12 mesi l’Arma ternana ha

- proceduto complessivamente per 4.000 delitti;

- arrestato 72 persone;

- denunciato 1.200 soggetti a piede libero;

mentre il Gruppo CC Forestale ha:

- perseguito 200 reati ambientali;

- arrestato 1 persona;

- denunciato 106 soggetti a piede libero;

- effettuato 58 sequestri di cui 42 amministrativi e 16 penali;

- contestato 948 illeciti amministrativi;

- elevato sanzioni amministrative per complessivi € 314.032.

Grazie alla proiezione su l’intera provincia nell’arco delle 24 ore giornaliere di 19.500 servizi esterni, unitamente ai 13.500 servizi dei Carabinieri Forestali, l’Arma ha posto in essere ogni sforzo per garantire un efficace presidio del territorio.

Il Comando Provinciale ha profuso il massimo impegno per rendere sinergica la propria azione con quella delle altre Forze di Polizia al fine di assicurare un’efficace attività preventiva e repressiva, per il contrasto dei reati in genere, con particolare riguardo a quelli predatori e a quelli inerenti le sostanze stupefacenti, grazie anche al prezioso coordinamento posto costantemente in essere a livello provinciale dalla Prefettura e dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Terni.

Fra i vari risultati operativi conseguiti nella lotta al crimine dall’Arma è da evidenziare l’operazione denominata “Toner” che, coordinata dalla DDA di Perugia, ha consentito di smantellare un sodalizio criminale composto da cittadini italiani e nordafricani dediti al traffico e allo spaccio di sostanze stupefacenti sul territorio, nell’ambito della quale sono state tratte in arresto n. 10 persone e sequestrati 36 kg di varie sostanze stupefacenti, e successivamente eseguita un’ordinanza di misura cautelare emessa nei confronti di 19 soggetti responsabili, a vario titolo, delle violazioni previste dagli artt. 73 e 74 del DPR 309/90.

Fra i militari che si sono distinti in particolari operazioni di servizio, va menzionato l’episodio avvenuto lo scorso luglio in Terni, dove uno dei due componenti di un equipaggio della Sezione Radiomobile della Compagnia di Terni, intervenendo in supporto ad altra Forza di Polizia per bloccare un soggetto in evidente stato di alterazione psicofisica, veniva colpito da due colpi di pistola agli arti inferiori.