E’ stato arrestato dai carabinieri il presunto responsabile – un tunisino noto alle forze di polizia – di una rapina avvenuta a Perugia il 13 maggio scorso ai danni di una dottoressa che prima di rincasare dal turno in ospedale, intorno alla mezzanotte si era fermata a un bancomat a Fontivegge.

Qui la donna era stata aggredita da un uomo a volto coperto che le aveva sottratto con la forza il portafogli contente documenti di identità, carte di credito e 200 euro appena prelevati.

Immediata la chiamata al 112 e l’intervento della pattuglia. La donna, colta da un malore, era stata ricoverata in ospedale con una prognosi di 30 giorni.

I militari hanno rintracciato il presunto responsabile anche grazie alle intercettazioni.

Quando è stato fermato, dopo avere tentato di fuggire, ha dichiarato di aver ingerito due lamette da barba e di essere in pericolo di vita, ma è stato smentito dai successivi accertamenti strumentali svolti al pronto soccorso.