La “Palombella” di Orvieto, simbolo dello Spirito Santo, è stata consegnata ad una dottoressa e ad un’infermiera della terapia intensiva dell’ospedale come segno di gratitudine verso tutto il personale medico sanitario per quanto fatto per l’emergenza Covid.

“È una Palombella inedita ma forse anche più appropriata alla festa della Pentecoste”, ha detto il vescovo, monsignor Benedetto Tuzia in quale ha ricordato come la tradizione vuole che venga donata a una coppia di sposi. “Ma in questa occasione – ha aggiunto – abbiamo ritenuto opportuno donarla al personale medico e infermieristico che tanto si sono impegnati svolgendo la loro professione con amore”.

La cerimonia si è svolta all’interno del duomo di Orvieto e non in piazza, nel rispetto delle norme anti contagio che hanno vietato, appunto, il tradizionale volo della colomba bianca dal campanile di San Francesco fino al sagrato della cattedrale.