Il CAOS può ripartire. In accordo con le disposizioni governative e con le ordinanze della Regione Umbria il Caos riaprirà sabato 30 maggio. Apriranno al pubblico il Museo d’Arte Moderna e Contemporanea Aurelio De Felice ed il Museo Archeologico Claudia Giontella. Per garantire la sicurezza sono state prese tutte le precauzioni del caso: l’ingresso libero sarà consentito soltanto nel pomeriggio, ed è stato predisposto un sistema di prenotazione online disponibile sul sito di vivaticket (https://www.vivaticket.com/it/biglietto/caos-centro-arti-opificio-siri/148338). È di nuovo attivo l’indirizzo info@caos.museum, che potrete usare per prenotare la vostra visita ai musei ma anche per chiedere informazioni o inviarci critiche e suggerimenti per il futuro del CAOS. All’ingresso del Museo De Felice ci sarà una piccola postazione con gel igienizzante per mani, guanti monouso e tutte le indicazioni da seguire per poter tornare a godere di Arte e Bellezza in completa sicurezza. Tra le novità da segnalare la presenza di  un piccolo bookshop, un’area dedicata a lettura e relax all’interno del Museo Archeologico, il Foyer del CAOS che diventa spazio espositivo. Il primo intervento che sarà proposto  è quello di KU-189, giovane artista cyberpunk che con il progetto SUK ci accompagna verso un immaginario surreale che parla di un Umano divenuto altro, della trasformazione del futuro dell’umanità in un trapassare continuo tra forme note e transumane. Perché il CAOS è il museo della città, ed è oggi più che mai importante tornare a parlare d’Arte con in tasca, prima di tutto, un’idea di futuro