E’ stato isolato dal laboratorio di virologia della clinica di Malattie infettive di Perugia il virus Sars-CoV2 da campioni biologici di pazienti umbri.

“Consentirà – ha sottolineato la prof. Daniela Francisci, direttore della struttura e della Scuola di specializzazione in Malattie infettive dell’Università di Perugia – di sequenziare il ceppo virale che ha circolato nella regione nei mesi scorsi”.

Tutte le procedure – spiega l’Ateneo – sono state svolte nel laboratorio con livello di bio-sicurezza 3.

“Il virus attivo – ha sostenuto ancora la professoressa Francisci – ci permetterà di eseguire test di titolazione degli anticorpi neutralizzanti nel plasma di pazienti guariti, che potrà quindi essere utilizzato per il trattamento di soggetti Covid19 nell’ambito del Protocollo Regionale, e per altri progetti di ricerca. Un sentito ringraziamento va al rettore Maurizio Oliviero che ci ha spinto fortemente a intraprendere questo delicato e impegnativo percorso e al Gruppo operativo di supporto alla Piattaforma diagnostica regionale Sars-CoV2″.